mercoledì 12 agosto 2015

Dottor Hellas e Mister Ceo

Tra le stranezze che differiscono Verona dal resto del mondo c’è una categoria di tifosi che “tengono” per entrambe le squadre di serie A della città.

I Dottor Hellas e Mister Ceo.

In molte contrade del mondo si confrontano più squadre di calcio professionistico (Londra ne vanta almeno cinque) e i supporters si sfottono, si scazzottano e, nella settimana del derby, si tolgono persino il saluto.

Da noi, invece, c’è Mister Ceo che fa il gemellaggio con i napoletani la settimana prima, scambiando soppresse e mozzarelle sugli spalti ma poi, quella dopo, quando diventa Dottor Hellas, si avvinghia stravolto a un palo dell’illuminazione per vomitare loro addosso tutti i luoghi comuni appresi in una vita di Bar Sport e titoli "sghimati" sul Bugiardello.

Ma allora, i Buonisti delle settimane dispare, come si conciliano con i rudi Gargoyles delle settimane pari, trattandosi, a conti fatti, delle stesse persone?

Questo è il lato oscuro della veronesità, non si conciliano. Siamo santi e peccatori, sbevazzoni e morigerati, austroungarici ma saltiamo la fila, vescovi e leghisti.

Non ci facciamo mancare mai niente e poi, con comodo, andiamo a confessarci. Tanto qualcuno che ci assolve, senza porsi troppe domande, lo troviamo sempre…

Nessun commento:

Posta un commento